Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Europa’

Già pubblicato in Carmilla on line

di Valerio Evangelisti

Putin “socialista”? Per quanto sembri incredibile, c’è chi pare crederlo veramente, sia tra chi lo appoggia che tra chi lo avversa. Poco importa che al recente Foro Nazionale della Gioventù di Seliger (riunione dei giovani del suo partito) abbia definito “traditori” i bolscevichi che, con la loro rivoluzione, minarono lo sforzo bellico russo nella prima guerra mondiale. Per qualche rottame della disastrata “sinistra radicale” italiana, o per i molti furbi che mascherano da nuova guerra fredda l’attuale, gigantesco scontro economico tra capitalismi per impossessarsi delle aree del mondo ricche di materie prime, Putin è una specie di Lenin (o Stalin, o Breznev) redivivo. Eroe per gli uni, spauracchio per gli altri.

(altro…)

Read Full Post »

(pag 54-57, Edizione giugno 1968 degli Editori Riuniti)

Vediamo, dunque, che le grandi frasi contro la fossilizzazione del pensiero, ecc. dissimulano in realtà l’indifferenza e l’impotenza nei riguardi dello sviluppo del pensiero teorico. L’esempio dei socialdemocratici russi illustra in modo particolarmente chiaro il fenomeno, generale in Europa (e da molto tempo segnalato anche dai marxisti tedeschi),

(altro…)

Read Full Post »

Dal capitolo: L’ARTE DELL’INSURREZIONE di Lev Trotsky
(da: Storia della Rivoluzione Russa, Sugar Edizioni, 1967)

Gli uomini non fanno la rivoluzione più volentieri di quanto non facciano la guerra. La differenza consiste tuttavia nel fatto che nella guerra la costrizione ha una parte determinante, mentre in una rivoluzione la sola costrizione è quella determinata dalle circostanze. La rivoluzione scoppia quando non c’è altra via. E l’insurrezione, che spicca come una vetta nella catena di montagne degli avvenimenti, non può essere provocata artificiosamente come non può esserlo la rivoluzione nel suo insieme. Le masse attaccano e ripiegano a più riprese, prima di decidersi a sferrare l’ultimo assalto. (altro…)

Read Full Post »

Presentiamo alcuni brani presi da ” La Rivoluzione Bolscevica” di Edward Carr che illustrano i problemi relativi alla storia della fondazione del Partito Bolscevico e dei tumultuosi rapporti con quello Menscevico.

(altro…)

Read Full Post »

Dalla caduta del Palazzo d’Inverno alla caduta del Muro di Berlino, spunti di riflessione politica.
di Mauro Antonio Miglieruolo
***
Tra le rivoluzioni che negli ultimi tre secoli hanno trasformato il mondo, quella russa si distingue (a parte l’importanza per le sorti dell’umanità) per essere quella con il ciclo più breve e nello stesso tempo per avere proiettato i suoi effetti su un più lontano futuro e i più lontani territori. Come lei, per importanza, solo la Rivoluzione Francese, che se ha sconvolto la sola Europa, ha comunque avuto effetti più duraturi dal punto di vista della borghesia: ha assicurato a quest’ultima il dominio sul mondo. (altro…)

Read Full Post »

di Mauro Antonio Miglieruolo

Però la libertà è come l’aria. Ci si accorge di quanto vale quando comincia a mancare
Piero Calamandrei

Sul “il Fatto Quotidiano” di mercoledì 9 luglio Maurizio Viroli firma un pezzo interessante sul pensiero di Piero Calamandrei (1889-1956) e il concetto di legalità. Le fonti di questo concetto sono individuate in un saggio scritto nell’estate del 1944, subito dopo il ritorno a Firenze di Piero Calamendrei, lavoro recentemente pubblicato da Laterza. (altro…)

Read Full Post »

Oggi il «fantafilosofo» Fabrizio Melodia è assente; impossibile sostituirlo ma per riempire questo enorme vuoto ecco… Carlo Azeglio Ciampi e Fabrizio Galimberti con l’articolo “asimoviano” «Perché a Berlino serve ritrovare il cuore europeo» pubblicato il 20 gennaio 2012 sul quotidiano confindustriale «Il Sole-24 ore». Seguono considerazioni asimoviane nonchè schilleriane e/o “pessottimiste” più un minimo appello (*) (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 252 follower